Ambiente e servizi.

Uniti per il futuro di Pievepelago

INVESTIMENTO di € 850.000,00 Chiusura discarica di Casa Marmocchio
Diminuzione del 10% della Tassa Rifiuti

 

Con questa legislatura si è giunti alla risoluzione delle problematiche legate alla discarica di casa Marmocchio. Discarica nata alla fine degli anni ’80, utilizzata parzialmente sino al 2006 (pochi mesi all’anno, per la sua ubicazione a ridosso di un crinale di difficile gestione). Negli anni successivi è rimasta inattiva ma comunque con ingenti costi di smaltimento del percolato e di adeguamento alle normative ambientali, con conseguente aggravio di costi sopportati dall’intera collettività col pagamento della tassa sui rifiuti. Dopo un primo intervento di messa in sicurezza finalizzato alla chiusura di € 71.790,00 finanziato dai Comuni di Pievepelago, Fiumalbo e Riolunato grazie ad un ulteriore ingente contributo della Regione (€ 637.500,00) e alla quota dei comuni di Pievepelago, Fiumalbo e Riolunato (€ 212.500,00), si è giunti alla chiusura definitiva della discarica. La sua gestione e relativi costi sono attualmente in carico all’Agenzia d’Ambito Regionale. Questa chiusura ha consentito, per quattro anni consecutivi dal 2016, un graduale abbassamento delle tariffe dei rifiuti per giungere ad una riduzione del 10% nell’anno 2019.

 

Allo stesso modo, attraverso la Gestione d’Ambito, a garanzia di un servizio di importanza primaria per la popolazione e per l’ambiente, numerosi sono stati gli interventi per garantire le manutenzioni e la riqualificazione della rete idrica e dei manufatti di stoccaggio

 

Dal 2014 è più di un milione e 200 mila euro la somma spesa per investimenti a tutela della risorsa idrica e per migliorare la gestione dei reflui urbani.

 

Tra i lavori più significativi va sicuramente menzionato il nuovo sistema di trattamento e lo sviluppo delle reti a servizio della località di Sant’Anna Pelago. Attualmente sono in corso le procedure per la dichiarazione, da parte dell’autorità Atersir, di opera di pubblica utilità, che consentirà la chiusura delle procedure di espropriazione e l’avvio conseguente dei lavori.

 

L’impianto di depurazione, la cui progettazione ha richiesto una lunga e attenta analisi relativa alle proprietà interessate dalle opere, (causa dei forti rallentamenti) sarà a servizio degli agglomerati di Sant’Anna Pelago, Serretto e Ca’ Pieracci, corrispondenti a 880 abitanti equivalenti. Un altro importante progetto riguarda il collettamento della località Casoni, cioè il collegamento della rete fognaria all’impianto di depurazione di Pievepelago la cui progettazione è iniziata nel 2018. Relativamente al sistema fognario sono infine stati eseguiti diversi lavori di rinnovo delle reti, a titolo di esempio quelli di via San Rocco, via Poggetti e in località Pontemodino, nonché altre attività di manutenzione e risanamento sugli impianti, come quelli di Sant’Annapelago e in località Borracce.

 

Per quanto riguarda le reti acquedotto sono stati eseguiti diversi rinnovi delle condotte. Si evidenziano quelli in via Maldella, via San Rocco, via Isolalunga, strada comunale per Sant’Anna, sulla strada provinciale 324 delle Radici, via Ville San Michele. Inoltre, sono stati effettuati lavori di adeguamento dei serbatoi di distribuzione. È stata anche eseguita la manutenzione straordinaria su vari impianti a servizio dell’acquedotto; in particolare si segnala il ripristino dell’impermeabilizzazione del serbatoio al Lago Santo che ha consentito, per il 2018, di non dover ricorrere all’impiego di autobotti per assicurare l’acqua al Comune. Altra opera rilevante ha riguardato il ripristino del solaio del grande serbatoio Pomastaggia. Sono stati infine installati sistemi di telecontrollo su diversi impianti acquedotto che permettono di monitorare in tempo reale e da remoto il livello dell’acqua ed in generale il corretto funzionamento. Per l’impianto di Casa Tenente il telecontrollo è alimentato da un impianto fotovoltaico.

 

Anche sul fronte della relazione con l’utenza sono state introdotte importanti novità. Dal 2016 è attiva l’APP “L’Acquologo”, applicazione gratuita dedicata al servizio idrico locale per i cittadini che vivono nei territori serviti da Hera, compreso quindi Pievepelago. Tramite l’APP è possibile effettuare l’autolettura del contatore, la consultazione della qualità dell’acqua, gli avvisi delle interruzioni idriche, la segnalazione di rotture o fughe d’acqua su suolo pubblico. È stato poi attivato un nuovo sportello clienti Hera in collaborazione con una attività già presente a Pievepelago, che è aperto lunedì e venerdì dalle 9 alle 13 e mercoledì dalle 15 alle 17.30 in piazza Domenico Ricci. Allo sportello ci si può rivolgere per qualsiasi tipo di pratica relativa ai servizi Hera: informazioni, allacci, disdette, subentri, controllo, ecc. Dal 2018 inoltre le principali operazioni contrattuali sono gestibili anche grazie alla nuova APP “My Hera”. Si ricordano i riferimenti del Pronto Intervento Acqua 800.713.900, che risponde gratuitamente 24 ore su 24, tutti i giorni dell’anno, per la segnalazione di guasti o irregolarità nei servizi acqua e fognature.