Turismo.

Uniti per il futuro di Pievepelago

Il Comune, oltre ai citati investimenti all’impiantistica sportivo-turistica, si è dedicato ad unificare le energie per la promozione turistica assieme alle altre realtà del settore appenninico come la “Consulta turistica del Cimone” e l’Unione comuni del Frignano, per progettazioni di iniziative comuni a tutta la zona della montagna. Lo sportello I.A.T. di Pievepelago produce buoni risultati per l’informazione e accoglienza turistica. Ancor maggiori se ne attendono dallo sviluppo avviato per la promozione on-line delle specificità, delle offerte turistiche e delle attrattive ambientali, sportive, storico e artistiche della zona. Tra le iniziative innovative attivate da questa amministrazione, curate direttamente dal Comune in collaborazione con la Pro Loco con cadenza annuale, si ricorda in particolar modo ‘Coloriamo Pieve’ e ‘la Festa del Fungo Porcino’. In ‘coloriamo Pieve’ i bambini e i genitori si affiancano dipingendo una lunga bobina di carta nell’isola pedonale per sbizzarrire la loro fantasia e creatività. La festa del fungo porcino permette di conoscere e valorizzare questo prodotto del sottobosco assieme a varie altre peculiarità del nostro territorio unitamente ad interessanti iniziative collaterali come il concorso fotografico.
La Pro Loco di Pievepelago, individuata come punto di riferimento dello sportello regionale IAT del Cimone per le informazioni e l’accoglienza turistica è convenzionata sino a tutto il 2019 col Comune di Pievepelago per la gestione di detto ufficio Iat e della Biblioteca comunale “Adolfo Ferrari” di Pievepelago. Ad essa è stata affidata l’attuazione operativa delle manifestazioni programmate dal Comune come la ormai nota Serata Lirica di livello nazionale, le Sfilate di Moda, la Festa della Musica (che valorizza anche giovani talenti locali), Concerti bandistici, Spettacoli pirotecnici, Festa Castagna, Coccin Coccetto, feste per i bambini e tante altre che vengono attuate nel corso dell’anno.
Il Comune continua inoltre a collaborare a tutte le altre iniziative paesane, secondo un programma di contributi, patrocini onerosi e non onerosi, stabilito annualmente dalla Giunta Comunale, come la Mascherata dell’Epifania, l’Infiorata del Corpus Domini, la rassegna Cori di Montagna, la ‘Notte Rosa’, la Valle dei Briganti in festa, e le tante altre che ogni anno allietano i visitatori del nostro territorio.